Facebook: presto nei video entrerà la pubblicità

La notizia arriva dal sito ReCode, secondo cui Facebook si sta preparando per mostrare pubblicità all’interno dei video ospitati sulla sua piattaforma. Il social network inizierà a testare un formato di pubblicità “mid-roll”. Questo significa che la pubblicità non verrà mostrata, come per YouTube, all’inizio dei video, ma dopo circa 20 secondi dall’inizio del filmato e solo per video della durata di almeno un minuto e mezzo.

Facebook venderà gli spazi pubblicitari e riconoscerà agli editori dei video una percentuale del 55%, proprio come YouTube.

Facebook ha iniziato da un paio di anni a puntare in modo deciso sulla produzione di contenuti video, mostrandoli in maniera più aggressiva ai suoi utenti. Il risultato è stato che agli inizi del 2016 gli utenti della grande F erano spettatori di 100 milioni di ore al giorno di contenuti video. E sicuramente ora quella cifra è aumentata.

Ma c’è un altro particolare rilevante: sino ad ora, Facebook ha considerato una visualizzazione ogni volta che un utente ha visualizzato un video per un minimo di tre secondi. Questo parametro ha fatto molto discutere, perché Facebook riproduce automaticamente i video nei News Feed (la sezione Notizie, quella dove vediamo gli aggiornamenti dei nostri amici e delle pagine a cui abbiamo lasciato il “Mi piace”) degli utenti. Ora sembra invece che Facebook abbia optato per un cambiamento di direzione. Se le pubblicità potranno essere viste solo dopo 20 secondi dall’inizio del filmato e solo per video di almeno 90 secondi, il messaggio lanciato agli editori è chiaro: per avere successo (e per fare soldi) bisogna catturare l’attenzione dell’utente e mantenerla nel tempo.